Estate meteorologica 2017 al via

Colourful Ocean PeakStiamo vivendo anno dopo anno gli effetti devastanti del global warming e in Italia capita sempre più spesso, soprattutto dal 2000 in poi, che l’Anticiclone Nord-africano causi ondate di caldo numerose e intense.

 

 

Per il solstizio d’estate, e l’avvio ufficiale della stagione estiva astronomica, dovremo aspettare ancora qualche settimana. Per quanto riguarda invece la stagione meteorologica possiamo dirlo: siamo prossimi all’inizio dell’estate 2017. Dal primo giugno infatti ha inizio il trimestre più caldo dell’anno con il picco che statisticamente verrà raggiunto nel mese di Luglio. Le stagioni meteorologiche suddividono l’anno parallelamente alla più diffusa suddivisione secondo il calendario astronomico. L’anno viene difatti diviso in stagioni a seconda dell’andamento climatico: la stagione fredda, l’inverno (dicembre-gennaio-febbraio), è separata dalla stagione calda, l’estate (giugno-luglio-agosto), da stagioni più miti, la primavera (marzo-aprile-maggio) e l’autunno (settembre-ottobre-novembre).

La prossima stagione estiva come sarà dal punto di vista meteorologico? Calda e afosa o più fresca? Impossibile prevedere con tale dettaglio le condizioni meteo dell’estate, ma è possibile fare ipotesi sulla tendenza generale. Non si tratta di previsioni che forniscono il dato puntuale, descrivendo giorno per giorno che cosa succederà in estate, ma di analisi scientifiche sulla possibile tendenza che la stagione seguirà.

Estate 2017

Stiamo vivendo anno dopo anno gli effetti devastanti del global warming e in Italia capita sempre più spesso, soprattutto dal 2000 in poi, che l’Anticiclone Nord-africano causi ondate di caldo numerose e intense. L’Anticiclone Nordafricano infatti è un’alta pressione che interessa in modo permanente tutta l’area dell’Africa settentrionale. Durante l’estate questa struttura tende a espandersi e a rigonfiarsi verso l’Europa, arrivando anche in Italia, causando quelle che definiamo “ondate di calore”. L’Anticiclone Nord-africano è sempre lui: non cambia nome ogni volta che arriva in Italia. L’Anticiclone delle Azzorre è una alta pressione “buona” che si situa solitamente sull’Oceano Atlantico e porta un caldo senza eccessi e il clima gradevole tipico dell’estate mediterranea.

Ripetiamo a beneficio della cultura meteorologica: nessun anticiclone cambia nome, l’anticiclone può essere delle Azzorre o Africano.
Una previsione su come sarà l’estate prossima non può essere fatta. Si possono fare delle ipotesi o delle analisi sulla tendenza meteorologica, tenendo in considerazione anche fenomeni a grande scala come ad esempio l’anomalia delle temperature degli oceani. Non si tratta di previsioni che forniscono il dato puntuale, descrivendo giorno per giorno che cosa succederà in estate, ma di analisi scientifiche sulla possibile tendenza che la stagione seguirà.
Non fatevi ingannare dai professionisti delle meteo-bufale che creano allarmismo solo per qualche click in più. Fidatevi di chi ha a cuore un’informazione meteo corretta e onesta. Seguite le previsioni a breve o medio termine, cioè massimo a 5 giorni, perché le tendenze stagionali possono essere emesse solo dai grandi Centri Meteorologici mondiali e anche le loro ipotesi non hanno un alto indice di affidabilità e vanno prese sempre con cautela.

Condividi questa notizia