Clima: AISAM risponde a Trump

climaPrima di tutto, il metodo scientifico. È necessario comunicare correttamente e adeguatamente al pubblico e ai decisori le conoscenze scientifiche sul clima.

 

 

Non si fa attendere la dichiarazione dell’AISAM (Associazione Italiana di Scienze dell’Atmosfera e Meteorologia) in merito alla propria posizione relativa alle affermazioni rilasciate da Donald Trump sugli accordi sul clima di Parigi, e nemmeno quella relativa ai commenti rilasciati da alcuni studiosi italiani ai quotidiani nazionali. “L’AISAM- si legge nel comunicato ufficiale approvato dal Consiglio Direttivo lo scorso 8 giugno- condivide e sottoscrive le note recentemente pubblicate sui siti dell’American Meteorological Society e dell’American Geophysical Union in risposta a tali dichiarazioni, così come la dichiarazione a suo tempo emessa dall’American Physical Society, a riconferma delle rigorose posizioni scientifiche espresse da tempo da tali autorevoli Associazioni. AISAM ricorda che le conclusioni raggiunte dalla comunità scientifica internazionale sullo stato del pianeta, sulle prospettive della sua evoluzione e sui rischi connessi ad un uso non sostenibile delle sue risorse, sono dettagliatamente riportate nei periodici Rapporti di valutazione (Assessment Report) del Panel Intergovernativo per i Cambiamenti Climatici (IPCC) e sono basate sull’analisi critica dei risultati di attività di ricerca, condotte da decenni con rigore da parte di qualificate istituzioni distribuite in tutto il mondo e da numerosi ricercatori di riconosciuta competenza nei più diversi ambiti”.

clima

“AISAM- prosegue il comunicato- ricorda altresì che il metodo scientifico prevede che la conoscenza progredisca sulla base dell’analisi critica di evidenze provenienti da osservazioni sperimentali riproducibili. Pertanto gli studiosi che dispongono di evidenze diverse dalle conclusioni raggiunte dalla comunità scientifica internazionale sono tenuti a condividerle nelle sedi pubbliche in cui usualmente si svolge il dibattito, ossia i congressi e le riviste qualificate, che prevedano la revisione tra pari degli articoli. Si segnala a tal proposito che anche in ambito nazionale si svolgono ogni anno diversi congressi scientifici che costituiscono sedi estremamente qualificate per la presentazione e la discussione di nuove evidenze sullo stato e sull’evoluzione del clima terrestre. AISAM sottolinea altresì la necessità di comunicare correttamente e adeguatamente al pubblico, e segnatamente ai decisori, le conoscenze scientifiche sulle dinamiche che governano le diverse componenti dell’ambiente, con i rischi connessi a modelli di sviluppo che prevedano un utilizzo non sostenibile delle risorse del pianeta. AISAM riafferma infine la determinazione a perseguire gli obiettivi indicati dal proprio statuto (art.2), e in particolare “promuovere, a beneficio di tutta la società, lo sviluppo in Italia delle Scienze dell’Atmosfera e della Meteorologia in tutti gli ambiti possibili”, offrendosi come opportunità di incontro, dialogo e collaborazione per tutti coloro che condividono questi obiettivi”.

Condividi questa notizia