Marzo 2018 in Italia: i dati preliminari

pocaneve Marzo 2018, secondo i dati preliminari analizzati dal nostro meteorologo Simone Abelli, si è rivelato un poco più fresco e molto più piovoso della norma.

 

 

Marzo 2018 ha avuto caratteristiche invernali soprattutto all’inizio e nella seconda metà del mese eccetto gli ultimi giorni; l’anomalia negativa è dovuta alle massime con -1.1°C rispetto alla media quasi analogamente a quanto successe nel 2013. Al Nord si è verificata la più ampia anomalia negativa, in particolare al Nord-Ovest dove la media delle massime è stata di -3.1°C sotto la media, un valore che ha tenuto il calendario fermo di quasi un mese.

italia-anomalie-marz2018-temperature

In Italia ha piovuto mediamente circa il doppio, al pari di quanto accadde nel marzo del 2013. Le anomalie maggiori al Nord-Ovest (+184%), al Centro (+141%) e in Sardegna (+147%).
L’11 marzo, per ora, è il giorno più piovoso del 2018; per il Nordovest l’11, il 15 e il 17 marzo sono per ora i tre giorni più piovosi del 2018.

italia-anomalie-marz2018-precipitazioni

Nel complesso i primi 3 mesi del 2018 evidenziano anomalie positive su tutti gli aspetti e in tutto il territorio: le anomalie termiche positive sono dovute essenzialmente al mese di gennaio, il secondo più caldo di sempre sul nostro Paese, mentre quelle pluviometriche derivano dall’abbondanza di piogge di febbraio e marzo, con un +53% di precipitazioni a livello generale.

Condividi questa notizia